Calderoli. Baby gang di africani devasta treno nel trevigiano, baby gang di egiziani cerca di stuprare due ragazze a milano.  La cronaca quotidiana dimostra che lo ius soli sarebbe un errore colossale

03 ottobre 2017 - La signora Boldrini, che oggi sentenzia che sarebbe miope non approvare lo ius soli, non ha nulla da dire sul fatto che ieri una baby gang di ragazzini africani ha messo e ferro e fuoco un treno nel trevigiano, aggredendo, minacciando e insultando i passeggeri?
E non ha niente da dire sul fatto che sempre ieri una baby gang di egiziani, tutti tra i 13 e i 15 anni, a Milano ha aggredito e cercato di violentare due ragazze in un parco?
Tutto questo nonostante il terribile stupro avvenuto un mese fa a Rimini, che avrebbe dovuto alzare la guardia su questi fenomeni così pericolosi.
Prima di regalare la cittadinanza italiana con lo ius soli rendiamoci conto che questi minori devono seguire un lungo percorso di integrazione, imparando a rispettare i nostri valori e anche le nostre leggi, cosa che, come dimostra la cronaca quotidiana, non sta affatto avvenendo.
Oppure vogliamo premiare questi piccoli criminali dandogli la cittadinanza?


Lo afferma il sen. Roberto Calderoli, vice presidente del Senato e Responsabile Organizzazione e Territorio della Lega Nord

 

Simbolo Europee 2019

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2019 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159