Calderoli. Ius Soli, se passasse PD avrebbe oltre un milione di voti in più per le elezioni

27 settembre 2017 - Sullo ius soli il ministro Delrio è rimasto solo a combattere una guerra assurda e persa in partenza, è l'ultimo giapponese sull'isola a difendere una legge che i cittadini italiani non vogliono e che neppure il Parlamento vuole, una legge che servirebbe solo al PD per acquistare improvvisamente oltre un milione di voti - voti sicuri perché tutti i sondaggisti confermano che gli immigrati, soprattutto di fede islamica, voterebbero a sinistra - e tentare di recuperare una sconfitta elettorale ormai sicura.

Ma al di là del risultato delle elezioni Politiche va considerata la ricaduta che questo milione di nuovi elettori avrebbe anche a livello di elezioni locali, per fare un esempio un Comune come Sesto San Giovanni, dove Il centrodestra in pochi mesi sta riportando ordine, legalità e sicurezza e ha bloccato la costruzione della maxi moschea che sarebbe stata finanziata con i fondi del Qatar, sarebbe stato riconquistato al centrosinistra con i nuovi voti di migliaia di immigrati, che avrebbero votato a sinistra soprattutto per avere via libera allo loro moschea.

Anche per questo diciamo no allo ius soli.

Per non sovvertire il nostro ordine democratico.

 

Lo afferma il sen. Roberto Calderoli, vice presidente del Senato e Responsabile Organizzazione e Territorio della Lega Nord

 

Simbolo Europee 2019

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2019 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159