Calderoli. ENNESIMA Violenza sessuale commessa da immigrato richiedente asilo. Basta: si proibisca a questi finti profughi di uscire dalle strutture dove sono accolti

22 settembre 2017 - Poteva mancare anche oggi un caso di violenza sessuale commesso da un immigrato richiedente asilo? Stavolta è successo a Firenze, dove un nigeriano che scappa da chissà quale guerra, ha molestato, palpeggiato e aggredito una ragazza.
A questo punto il Governo decida cosa fare, o si assume la responsabilità di esporre le donne a pericoli quotidiani, si assume la responsabilità degli stupri che avverranno sicuramente nei prossimi giorni e nelle prossime settimane, oppure si tolgono tutte queste libertà, anche di movimento, dei richiedenti asilo, che, lo ricordiamo, non sono qui in vacanza ma sono qui mantenuti da noi contribuenti, a 1350 euro al mese, e devono sottostare alle nostre regole.
Non possiamo accettare che 200mila individui senza nulla da perdere bighellonino nelle nostre città: si proibisca loro di uscire dalle strutture dove sono accolti, obbligando le cooperative che li accolgono a vigilare, con la responsabilità oggettiva sui loro comportamenti.

 Lo afferma il sen. Roberto Calderoli, vice presidente del Senato e Responsabile Organizzazione e Territorio della Lega Nord

 

Simbolo Europee 2019

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2019 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159