On. Grimoldi e on. Rondini (lega nord) – terrorismo. In Lombardia oltre 60 moschee abusive di cui non si nulla. Depositata interrogazione a ministro Minniti per chiedere di avviare controlli su centri islamici, su imam e finanziatori

  07 giugno 2017 - “La Lombardia è l'epicentro della attività jihadista in Italia, come dimostrano i 21 soggetti radicalizzati espulsi nel 2016 e gli altri 8 espulsi nei primi cinque mesi del 2017, senza contare i soggetti arrestati nel 2016 nelle varie operazioni contro cellule terroristiche, la condanna della latitante Fatima e della sua famiglia e, infine, la presenza sul territorio lombardo di Amis Amri, l'attentatore tunisino di Berlino, ucciso dai poliziotti a Sesto San Giovanni. In Lombardia ci sono 87 comunità islamiche censite e 707 moschee censite, ma, da un controllo disposto dalla Regione Lombardia, attraverso una consultazione con i sindaci, in base alla legge regionale del 2015, è emerso che le moschee abusive sono oltre una sessantina, tantissime. Per questo abbiamo depositato un'interrogazione parlamentare rivolta al ministro Minniti per sapere se intende intervenire avviando un più attento monitoraggio dei luoghi di culto presenti sul territorio lombardo, ponendo in essere tutti gli interventi utili a contrastare il radicalismo islamico, e se intenda avviare verifiche e controlli specifici sulle oltre 60 moschee abusive, per sapere chi le frequenta, chi sono gli imam e chi sono i finanziatori.”


Lo affermano i deputati della Lega Nord, on. Paolo Grimoldi e on. Marco Rondini, dopo aver depositato alla Camera dei Deputati un'interrogazione al ministro degli Interni sulla questione delle oltre 60 moschee abusive presenti in Lombardia.

 

Simbolo Europee 2019

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2019 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159