Terremoto: Arrigoni (Ln), da Renzi a Gentiloni, 8 mesi di nulla

Roma, 13 mag. - "Neanche davanti al terremoto il governo è riuscito ad essere vicino alla gente. La Lega esprime massima solidarietà al sindaco di Ussita Rinaldi e a tutti gli altri primi cittadini delle zone colpite dal sisma abbandonati dalla banda Renzi-Gentiloni. A differenza delle trionfalistiche sfilate del premier e dei ministri, dopo 8 mesi dalla tragedia è ancora tutto fermo, macerie comprese. Migliaia di persone esasperate, costrette a scontrarsi con vincoli imposti che non stanno né in cielo né in terra. Una maggioranza vergognosa che ha preferito, nei suoi pasticciati decreti, la tutela dell'ambiente alla salvaguardia e alla sicurezza dei cittadini senza un tetto. Mi domando come dei vincoli ambientali, in una situazione di piena emergenza come questa, possano prevalere su una ricostruzione in sicurezza. Un paradosso che solo un governo di pressapochisti poteva creare. Basti pensare che gli appalti per le casette sono stati assegnati alle solite cooperative che non avevano mai costruito un solo modulo abitativo. Ecco spiegato l'assurdo ritardo nella consegna. E intanto la gente continua ad aspettare. I benpensanti di governo si vergognino".

 

Lo dichiara in una nota il senatore della Lega Nord Paolo Arrigoni, componente della Commissione ambiente e territorio di Palazzo Madama. 

Simbolo Europee 2019

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2019 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159